venerdì 25 maggio 2018

RITA FULVIA FAZIO: "INEDITI"


Rita Fulvia Fazio

Infinità
(A Giacomo Leopardi)

C'è acqua e vento 
nel giorno di violenza 
che la sera 
raccoglie
E pure
è giunta
E scende 
col suo manto ombroso
ad offuscare la luna
ma mai spegne 
gli arditi sogni
E mostra il luccichio
che memoria
le altrui doti
E veemente spero 
che il suo sogno
continui col mio
E sollecita e lesta 
il mio sguardo 
estendo
a rimirar le stelle
E strappa una
all'altra 
a donare questa
a quella 
E pari 
la sua alla mia 
l'infinito dolcemente emula nel di Lui infinito
Eppure oltre  
io migro 
nei suoi versi 
odo l'ode
che fu gioia 
e affanno
Senti 
Risuona nell'aria 
il ritmo antico e aulico
che è 
vita alla vita
che è 
lode all'arte 
della meraviglia ancestrale.