lunedì 5 gennaio 2015

SERENELLA MENICHETTI: "FILASTROCCA DI BEFANA"




L’ultima festa Filastrocca

Ecco è l'ultima davvero!
Delle feste il cerchio chiude
col termometro allo zero
la tua pacchia si conclude.

Io però stamani ho letto
sul Tirreno di Livorno
 “La Befana resta a letto
 e si alza a mezzogiorno.

E' invecchiata poverina
e va a letto con lo sconto,
proprio come una gallina
lei si corica al tramonto

 Ma io spero non sia vera
 la notizia sul giornale.
 Ché se fosse veritiera
 rimarresti troppo male

 E comunque tu bambino
 devi attenderla stasera:
 questo è scherzo assai cretino
 la notizia è menzognera !

Sono proprio arcisicura,
me l'ha detto la Befana
l'ho incontrata scura scura 
e le ho offerto una tisana

Ha smentito la notizia
e mi ha chiesto d'avvertire.
Porterà più liquirizia
caramelle a non finire.

Quindi caro mio tesoro 
tornerà all'appuntamento
Avrai calze tutte d'oro.
E puoi farci affidamento!

Nonna Serenella


2 commenti:

  1. E brava nonna Serenella! Una filastrocca proprio come quelle dei bei tempi andati, quando a scuola ci facevano imparare poesie per le feste di Natale. E questa qui, in mezzo alle altre di questo tenore, nulla avrebbe da invidiare, anzi farebbe la sua bella figura. Per la sua freschezza e grazia.
    Pasquale Balestriere

    RispondiElimina
  2. La ringrazio per la sua attenzione, mi piace molto scrivere e quando scrivo filastrocche faccio un viaggio a ritroso nel tempo che mi consente di tornare un po' bambina. E devo confessare di divertirmi moltissimo.

    RispondiElimina