lunedì 29 giugno 2015

GIUSY FRISINA "SONG FOR MY SOUL"





Gisy Frisina collaboratrice di Lèucade




Song for my soul

Let me reach
The depths of my soul
Like a little star
Hurled in the morning
From the steep cliffs of night

I  know I must be free
From  gravity’s pull
And the ego’s power
Be an open book
As I seem now
Even  if  I never  can see
In the mirror of  the book
That which you write for me

Let me come
To the depths of the soul
Like a rare golden moon
Pushed  by longing
Into the heart’s chasms

I know I must  be free
From  my dark solitude
And the other’s power
So that I can love more
Even if I never can  see
In the mirror of the book
When you write with me
That which I write  for you

Let me come
To the depths of the soul
Like a rare golden moon
Pushed  by longing
Into  the heart’s chasms




Testo e disegno di Giusy Frisina



Link del sito di Giusy Frisina e del servizio televisivo fatto da Toscana tv in occasione dello spettacolo su Ficino, commentato da Carmelo Consoli su Leucade..






6 commenti:

  1. Ho visto ed ascoltato il bel video sul Ficino. Ben fatto e ben interpretato. Ricco di tematiche adatte a sollecitare lo spirito critico dei giovani sia a livello letterario che filosofico. La poesia della Frisina è fluente e introspettiva. Un contenuto di sentimenti, confessioni, silenzi e nostalgie nascosti nelle pieghe di un animo che ritrova se stesso in versi di grande effetto creativo.
    Roberto

    RispondiElimina
  2. Grazie di queste parole, Roberto!

    RispondiElimina
  3. Bella Poesia e stupendo video. Mi riportano ai miei anni liceali, quando i proff. di lettere e filosofia si univano per farci stupende lezioni interdisciplinari cariche di entusiasmo. Complimenti alla Proff.ssa Frisina per i suoi intenti innovativi in una scuola che sente forte il bisogno di rinnovamento. Sensibilità da vendere.
    Anna

    RispondiElimina
  4. Grazie mille, Anna , abbiamo proprio bisogno di questa comprensione!

    RispondiElimina
  5. Video interessante, poesia armoniosa e suggestiva, tanto pathos nelle due espressioni artistiche; il Ficino è delineato in tutta la sua complessità ontologica.
    Complimenti
    Maria

    RispondiElimina
  6. Sei molto gentile Maria, appena avrò il video integrale dello spettacolo vedrò di trasmettervelo...ma tu hai già capito tutto il lavoro che c'era dietro! Grazie infinite. La poesia é dedicata a un altro grande personaggio :Leonard Cohen, demone guida del mio sito...

    RispondiElimina