lunedì 26 ottobre 2015

MARZIA SERPI:"POESIE"


Dimensione

Dorme la gatta al canto del fuoco
il suo gomitolo unico gioco,
una crepa sul muro come ferita
s’allarga e ti segna lo scorrer di vita,
un ragno accasato nell’angolo tesse la tela
imprigionando attimi che il destino svela
l’orologio da parete ormai fermo alle sette
sul suo quadrante più niente riflette,
di umile forgia una scura vetrina
con i suoi ripiani adorni di trina
e una finestra che si affaccia, chissà?!
alba, tramonto non vedo di là.
Sembra una stanza sospesa nel tempo
sorprende la noia ascolta il sentimento
accartoccia la vita, strapazza i pensieri
dipinge l’assurdo annulla i desideri.
Non so se è reale quello che vedo
o un film mentale, ancora mi chiedo
fermo, bloccato su di un fotogramma
che nutre lo sguardo e il pensier inganna.
Una sedia impagliata domina la scena
il suo fantasma richiama a vita terrena.



 Donna

Passi leggeri, nello scandir del tacco
la gonna ondeggia al corpo
in flessuoso movimento
sguardi che al passaggio
accarezzano l’orgoglio.
Dove si ferma il sorriso
ne rimane l’impronta,
la fierezza di donna
prosegue il cammino
nelle primavere illusorie
del mai finire.
Sarà madre, difenderà ideali
avrà corpo e anima da gestire,
troverà il coraggio tra le sue paure
la leggerezza della gazzella
non le negherà la forza della leonessa.
E se quel passo diventerà più pesante
il suo cuore saprà esser leggero
al compiersi di un’esistenza
dove essere donna, è stato bello.



Expo   Milano 2015

Dal legno ecologica voce
s’intreccia enorme stelo
per innalzar gigante
rivolto a cono aperto
verso l’immensità del cielo.
Troneggia a vista
opera dell’uomo e dell’ingegno
e a lui fiumi di gente
come linfa a scorrere
costanti vanno
al piede suo, gigante buono
a regalar agli occhi meraviglia.
Giochi di colori
aprir di fiori,
luci che a sera
stupore offrono
mentre musica accompagna il movimento
e luce danza.
Popoli ai sui piedi in fratellanza
il cuore mio si apre come bocciolo al sole
e lì ho avvertito la presenza del Signore
un Dio che ci accomuna tutti quanti,
la bellezza, è provare pace e gioia infinita
così ti hanno chiamato “albero della vita”.



Marzia Serpi           
(Curriculum aggiornato al 2015)

Marzia Serpi è nata nel 1956 a Castelnuovo di Val di Cecina, paese che ama e dove è sempre vissuta.
Ha svolto diverse attività lavorative, che non le hanno mai impedito di dedicarsi alla poesia, cui si è avvicinata all'età di undici anni.
Nel 1993, avendo vinto il "Premio Selezione '93", ha visto pubblicare la sua prima raccolta di poesie dal titolo “Espressioni di una vita” (Cultura Duemila Editrice).
Ha partecipato in seguito a vari altri concorsi, vedendo pubblicate sue opere nelle raccolte che facevano seguito ai concorsi stessi (“Viareggio Carnevale”, “Poeta anch'io - III edizione”).
Il giudizio lusinghiero di alcuni critici l'ha spinta a proseguire nella strada della pubblicazione.
Esce così, nel 2010, la sua seconda raccolta dal titolo “Volo di Rondine” (Bastogi Editrice Italiana).
Il libro riceve diversi premi:
-         Maggio 2011
3° Premio per la sezione “Poesia Edita” al Concorso Nazionale di Poesia e Narrativa "Viareggio Carnevale”.
-         Giugno 2011
Premio Speciale della Giuria per la sezione "Libro Edito" al Concorso Internazionale di poesia, narrativa e saggistica "Il Boccale".
-         Ottobre 2011
1° premio nella sezione “Libro Edito” al Concorso letterario internazionale "Profumo di Marzo”.
Contemporaneamente partecipa con poesie inedite a concorsi letterari ricevendo:
-         Nel 2011 il 3° Premio nella sezione “Poesia” al Premio Letterario Internazionale "Lilly Brogi La Pergola Arte Firenze".
-         Sempre nel 2011 il Premio della Presidenza per la sezione “Poesia a tema libero” al Premio Letterario Internazionale "Ischia, l'Isola dei Sogni".
-         Nel 2012 il 5° premio unica sezione poesia a tema "Emozioni d'infanzia" al premio nazionale di poesia "Cipressino d'oro”.
-         Nel 2012 il Premio Speciale della Presidenza per la sezione “Poesia a tema libero” al XIII Premio Letterario Internazionale “Ischia l’Isola dei Sogni”.
-         Nel 2012 Segnalazione di merito “Poesia a tema libero” al Concorso Letterario Nazionale “San Lorenzo in Poesia” .
-         Nel 2012 il Premio Paracelso unica sezione poesia a tema “I 4 elementi: aria, acqua, terra, fuoco” con l’alto patrocinio del Presidente della Repubblica al Concorso Internazionale “Poeta anch’io”.
-         Nel 2012 Conferimento Speciale della Giuria per la sezione “Poesia a tema libero” al Concorso Letterario Internazionale “Profumo di Marzo”
-         Nel 2012 il 4° Premio Divulgazione per la sezione “Poesia a tema libero” al Premio Letterario Internazionale “Lilly Brogi La pergola Arte”.
Nel 2011 l’autrice partecipa con una poesia inedita all’antologia poetica "Cento voci verso il cielo" realizzata a scopo benefico dall'associazione culturale La Pergola Arte.
Sempre nel 2011 altre liriche inedite sono inserite nella raccolta antologica "La ricerca poetica" pubblicata da Bastogi.
Partecipa, con la lettura di sue opere, a diversi eventi tra cui, nell’agosto 2011, alla serata “Calici di stelle” in piazza Duomo a Colle di Val d’Elsa.
Nel 2012 altre liriche inedite accompagnate dai giudizi critici di Lia Bronzi e Duccia Camiciotti sono inserite nella seconda raccolta antologica “I poeti contemporanei e la critica” pubblicata da Bastogi.
Nel mese di ottobre 2012 l’Associazione Culturale “Mino Maccari” le dedica un ampio articolo sul giornalino trimestrale “Il Maccarino”
Nel mese di aprile 2013 esce la sua terza raccolta di poesie, dal titolo “Oltre lo sguardo” (Bastogi Editrice Italiana). Presentata a Castelnuovo Val di Cecina.
-         Nel 2013 Segnalazione di merito “Poesia a Tema Libero” al Concorso Letterario Nazionale “San Lorenzo in Poesia”.
-         Nel 2013 Conferimento speciale della Presidenza al Concorso Letterario Internazionale “Profumo di marzo”.
-         Nel mese di Settembre (20/9/2013) la terza raccolta “Oltre lo sguardo” viene presentata a Firenze in Palazzo Vecchio.
-         Nel 2013 Premio di merito nella sezione “Opere edite” con la raccolta “Oltre lo sguardo” al Premio Letterario Internazionale “Montefiore”.
-         Nel 2013 Premio Finalista nella sezione “Editi” con la raccolta “Oltre lo sguardo” al Concorso Nazionale di Poesia “Terzo Millennio” Roma.
-         Nel 2013 Conferimento Speciale nella sezione Poesia a tema “Amarsi tra passato e presente” al Concorso Letterario Internazionale “Idea Donna - Lei e Lui”
-         Nel 2013 Alcune liriche inedite sono inserite nell’antologia “Voci fiorentine” editrice (Ibiskos-Ulivieri). Presentata il 13-12-2013 a Firenze Palazzo Bastogi.
-         Nel 2014 Menzione d’onore nella sezione “Libro edito” con la raccolta “Oltre lo sguardo” al Premio Letterario Internazionale Città di Cattolica “Pegasus Literary Awards”.
-         Nel 2014 Primo Premio, nel concorso a tema “Poesia respiro dell’anima-Ambasciatrice di pace” al Concorso Internazionale di Poesia “Molteplici visioni d’amore”
-         Nel 2014 riceve il 4° Premio, nel Concorso a tema “Giro giro tondo….i bambini e la guerra nel mondo” al Premio Nazionale di Poesia “Cipressino d’oro”.
-         Nel 2014 Segnalazione di merito “Poesia a Tema Libero” al Concorso Letterario Internazionale “Premio Piemonte Poesia”.
-         Nel 2014 Segnalazione di merito nella sezione C “Amici dei medici-scrittori- opere edite” con la raccolta “Oltre lo sguardo” al Premio Nazionale di poesia “Nora Rosanigo”.
-         Nel 2014 Menzione d’onore, nella sezione unica “Racconti a tema libero” al Concorso Letterario Nazionale “I Racconti di San Lorenzo”.
-         Nel 2014 riceve il 3° Premio, nella sezione “Diritti dell’uomo” al Concorso Nazionale di Poesia e Narrativa “Terzo Millennio” Roma.
-         Nel 2014 riceve il 1° Premio assoluto, nella sezione “Poesia a tema libero” al Concorso Letterario Poesia e Narrativa “Idea Donna – Lei e Lui”.
-         Nel 2014 riceve Menzione della giuria, nella sezione unica a tema “Amore in una qualsiasi delle sue accezioni e declinazioni” al Concorso Nazionale per Poesia e Narrativa “Premio letteratura d’amore” Torino.
-         Nel 2015 riceve il Premio Speciale: Cortona Città del mondo. Nella sezione “raccolte di poesia edite” con la raccolta “Oltre lo sguardo” al Concorso Internazionale di Poesia “Molteplici visioni d’amore”.
-         Nel 2015 riceve il 2° Premio, nel Concorso a tema “Mamma, papà… sto arrivando. La magia dell’arrivo di un bambino” al Premio Nazionale di Poesia “Cipressino d’oro”.
-         Nel 2015 riceve il Premio Targa Paris – Plaque Honorifique Paris. Nella sezione opere inedite di poesia singola al Premio Letterario Internazionale Itinerante “World Literary Prize” . Parigi.
-         Nel 2015 il 5 agosto, viene pubblicata la Poesia dal titolo “Expo Milano 2015” nel sito mondocattolicaexpo del Padiglione della Santa Sede, che chiedeva: Racconta la tua esperienza e le tue riflessioni sul tema “Non di solo pane”. 
L’autrice, ad oggi, è membro del consiglio esecutivo della Camerata dei Poeti di Firenze.
Il suo nome è inoltre presente nel "Dizionario Biobibliografico dei Poeti e dei Narratori Italiani dal secondo novecento ad oggi" edito da Bastogi nel 2011.
Marzia Serpi, Via Monte Amiata,11 - 56041 Castelnuovo Val di Cecina (Pisa)
Collegamenti web:

(Recensioni del libro sul portale letterario “Manuale di Mari”)

http://www.blogdegliautori.it/marzia-serpi/oltre-lo-sguardo-di-marzia-serpi/

21 commenti:

  1. Maria Francesca Mosca29 ottobre 2015 09:41

    Le poesie di Marzia riescono sempre a stupirmi:sono come preziose gocce di rugiada in cui si riflettono sentimenti ed emozioni!
    Maria Francesca Mosca

    RispondiElimina
  2. Poesie dall'alto valore comunicativo in cui si ritrova sempre un concetto (non scontato) riconducibile ai nostri tempi, espresse con chiarezza ma non del tutto esplicite, ciò rende il lettore interessato e "preso" dai contenuti. Inoltre (fattore molto raro) i versi sono composti in modo armonioso rendendo la lettura piacevole e non faticosa.

    RispondiElimina
  3. Le poesia di Marzia riescono a trasmettere con i suoi versi delle sequenze di immagini che avvolgono ed accarezzano il lettore portandolo all'interno del suo mondo e facendoli vivere le sue emozioni. Veramente fantastica.

    RispondiElimina
  4. Le poesie di Marzia sono messaggi puri e cristallini, perle di vita! Risvegliano l'anima e trascinano in piacevole lettura regalando belle sensazioni.

    RispondiElimina
  5. Le poesie di Marzia sono messaggi puri e cristallini, perle di vita! Risvegliano l'anima e trascinano in piacevole lettura regalando belle sensazioni.

    RispondiElimina
  6. Vivi in pieno ciò che racconta, ti fa sentire, toccare, assaggiare e gustare le emozioni che vedono i suoi occhi sensibili di mamma e donna. Grazie Marzia

    RispondiElimina
  7. Le poesie di Marzia, che spesso affrontano piccoli temi di vita quotidiana,
    parlando anche di cose modeste che tutti noi a volte distrattamente osserviamo,
    colgono davvero il senso della vita, che spesso ci sfugge.
    Perché la vita è proprio quelle piccole cose, che piccole non sono.

    RispondiElimina
  8. Una ingenuità sofisticata, un sentimento autentico che si traduce in immagini semplici e luminose, come in un quadro di H.Rousseau.

    RispondiElimina
  9. Che dire di lei, scrive da sempre eppure non è mai uguale,
    non si ripete,
    mai banale, spazia i vari generi con una facilità che solo lei sa, leggera e profonda sfiora tutti gli argomenti, è come se le poesie stesse gli dicessero, prendi penna e carta e scrivi, abbiamo ancora altro da dirti.....Continua .......

    RispondiElimina
  10. Marzia la mia poetessa preferita, riesce con i suoi versi a trasmettere emozioni e sensazioni, come in un quadro vedi susseguirsi pensieri che diventano immagini colorate, vive, vere. Perle di saggezza il finale mai scontato che ci da dritte di vita. MARZIA sei davvero unica continua a donarci ancora i tuoi versi stupendi.

    RispondiElimina
  11. Silvia Dominici5 novembre 2015 10:21

    Le poesie di Marzia si leggono in un fiato, con un ritmo naturale e fluido come il nostro respiro. Parlano di un tempo e di un ambiente familiare, quasi conosciuto. Si possono ritrovare tratti personali come tratti autobiografici ma sempre parte di un mondo semplice, reale, comune. Un mondo che vien voglia di conoscere, scoprire e gustare con gli stessi occhi suoi.

    RispondiElimina
  12. Stefania Gianfranco Bar Ramazzotti7 novembre 2015 06:20

    Grazie Marzia di trasmetterci delle grandi emozioni e sensazioni con le tue meravigliose poesie!!!
    sei unica!!!!

    RispondiElimina
  13. Questa tua poesia,"Dimensione", comunica l'idea di uno spazio atemporale all'interno del quale il tempo sussiste, ma non esce dalla descrizione e la rende allo stesso tempo immobile e dinamica. E' una parentesi temporale estrapolata dal fluire del tempo. In questo senso è meravigliosamente unica.
    Mi ha trasportato nella casa in cui vivevo con i miei nonni paterni, ma ancor più, a causa del camino nella casa di mia nonna materna. Il mio era un film mentale come lo definisci te ma che in me non trovava le parole con cui estenderne il concetto e renderlo fruibile e comunicabile.
    la funzione del poeta è proprio questa: Dispiegare un sentimento con poche parole con l'ausilio di emozioni. Mi è piaciuta molto. Vinicio

    RispondiElimina
  14. Heike Backhaus dalla Germania10 novembre 2015 08:08

    Marzia, da anni leggo e rileggo le tue poesie e a volte mi chiedo quale mi piace di più, ma è difficile dirlo, tutte hanno una bellezza propria e speciale e causano sentimenti e riflessioni diversi. "Donna"... (Se io non fossi stata, il tempo non sarebbe tempo...) questa frase di una tua poesia ancora inedita, mi ha colpito molto. "Vesti l'anima"..."Non so dir cos'è l'amore"... e anche "La sottoveste"...insomma, tante, tante.
    Non è da stupirsi che hai ricevuto tanti premi!
    Mi sarebbe piaciuto parlare della tua poesia incantevole dedicata al Concerto nella Sala della Musica di Montecastelli, ma purtroppo è ancora inedita. Aspetto l'uscita della tua nuova raccolta. Heike Backhaus (Germania)

    RispondiElimina
  15. Con Marzia Serpi finalmente la Poesia torna al suo posto, quello di sublime forma d'arte fruibile e comunicativa. Per anni e anche decenni la poesia è rimasta immobile, cristallizzata su canoni sorpassati, autoreferenziale e persino noiosa, con virtuosismi e arzigogoli letterari per lo più vuoti di significato.
    Marzia parla all'uomo del XXI secolo, e lo fa in maniera semplice ma non semplicistica, riuscendo con il suo stile chiaro e comprensibile a toccare anche i temi più elevati.

    RispondiElimina
  16. "Dimensione", una fotografia di uno scorcio onirico che ti fa realmente vivere la sensazione di sospensione in un universo "Buzzatiano" e, come spesso capita, la cosa più semplice e comune ne è la soluzione di continuità.
    Il linguaggio di Marzia, estremamente diretto ed efficace nell'evocare immagini e soprattutto emozioni.

    RispondiElimina
  17. Antonella Tozzi13 novembre 2015 12:05

    Che dire delle poesie di Marzia: Sono semplicemente leggiadre, frizzanti, armoniche e veritiere. Leggendole o udendole con i suoi colori, suoni, sensazioni, calore, ti prendono e ti trasportano dentro la trama stessa. E' come vivere intensamente, lasciandosi andare ogni qualvolta.

    RispondiElimina
  18. Antonella Tozzi13 novembre 2015 12:12

    E' come viverle intensamente, lasciandosi andare ogni qualvolta. "Antonella"

    RispondiElimina
  19. Marzia, le tue poesie sono ricordi della vita passata legate al nostro paese, come (Dimensione) e contemporaneamente rivolte al futuro (Expo Milano 2015). Trasmettono sempre emozioni. Un'amica.

    RispondiElimina
  20. Marzia le tue poesie sono espressioni che ritroviamo nella vita di tutti i giorni. Esprimono la tua vera identità, sei proprio tu. Si capisce benissimo il tuo grande amore per la famiglia, per il tuo paese ed anche per gli animali che spesso fai anche parlare. Grazie di esserci e di farmi emozionare. Avrai ancora tanti premi e spero tanto di esserti vicina e farti tanti auguri. Giorgetta

    RispondiElimina
  21. Con te sentimenti e sensazioni, che spesso ci sfuggono e non riusciamo a tenere dentro, appaiono concreti ed e' come se si potessero toccare.....quasi" abbracciare".
    Complimenti!!

    con affetto, Marta

    RispondiElimina